domenica, Luglio 14, 2024
localconsulting.it
HomeNotizie"Cammini Aperti" in Piemonte: due giorni di trekking per tutti, 13-14 aprile...

“Cammini Aperti” in Piemonte: due giorni di trekking per tutti, 13-14 aprile 2024

Il 13 e 14 aprile 2024, il Piemonte si unisce a “Cammini Aperti“, un evento nazionale che celebra la bellezza e la varietà dei sentieri italiani. Due imperdibili escursioni gratuite, adatte a tutti, condurranno i partecipanti alla scoperta di angoli suggestivi della regione, all’insegna della lentezza, dell’accessibilità e della sostenibilità.

Cammini Aperti 2024

Sabato 13 aprile, un’entusiasmante camminata di 6,5 km si snoderà lungo la tappa n.1 dei “Percorsi Occitani“. In provincia di Cuneo, i camminatori avranno l’occasione di immergersi nella Riserva Naturale dei Ciciu del Villar, ammirando le sue affascinanti formazioni rocciose. Il percorso proseguirà verso Villar San Costanzo, dove si erge il Santuario di San Costanzo al Monte, un capolavoro romanico custodito nei boschi. L’Associazione Volontari per l’Arte accompagnerà i visitatori alla scoperta di questo gioiello storico, mentre un bus navetta gratuito garantirà il ritorno al punto di partenza.

L’altra gita, domenica 14 aprile, sempre di 6,5 km ma con 173 metri di dislivello (durata di 3,5 ore), si svolgerà lungo una porzione della seconda tappa dell’itinerario Superga – Vezzolano – Crea. Questo percorso permetterà di camminare tra vigneti con vista spettacolare sulle colline del torinese. L’appuntamento sarà a Cinzano, da cui è visibile il maestoso panorama che sconfina verso la pianura e le Alpi della Val di Susa, della Val di Lanzo e della Val d’Aosta. Il sentiero toccherà la località Torrazza, la frazione di Pogliano, Albugnano e la stupenda Abbazia di Santa Maria di Vezzolano, un edificio religioso in stile romanico e gotico, tra i più importanti monumenti medievali del Piemonte, costruito nel XII secolo. Il gruppo sarà accompagnato dai volontari di “In Collina” e dell’Associazione Frutteto di Vezzolano. Successivamente, tramite navetta, si raggiungerà Moncucco per la visita al Museo del Gesso.

Cammini Aperti 2024

L’intero cammino dell’itinerario è lungo 115 km, diviso in cinque tappe, e realizzabile in cinque giorni. Esso transita tra i borghi e i vigneti delle colline torinesi e monferrine.

“Attraverso Cammini Aperti intendiamo diversificare e destagionalizzare l’offerta turistica, conservare e promuovere il paesaggio a livello nazionale e internazionale favorendo l’economia e lo sviluppo locale del territorio rurale piemontese – dichiara Vittoria Poggio, assessore regionale al Turismo e alla Cultura -. Il Piemonte ha una straordinaria rete escursionistica costituita da più di 147 itinerari per uno sviluppo complessivo di oltre seimila chilometri. Cammini devozionali di rango internazionale come la via Francigena, grandi dorsali alpine come la Grande Traversata delle Alpi che dall’estremo nord del Piemonte al confine con la Svizzera attraversa per più di 1000 chilometri l’arco alpino piemontese fino ai confini con la Liguria e La Francia, antiche vie storico-commerciali come le Vie del Sale e del Vallo Alpino, itinerari culturali delle Residenze Reali sono solo alcuni attrattori di un importante patrimonio da valorizzare attraverso la pratica di un turismo lento e sostenibile al passo con i tempi”.

Il progetto ‘Cammini Aperti’, ideato dalla Regione Umbria in quanto capofila del Turismo Lento, congiuntamente a tutte le regioni italiane, è stato sviluppato in collaborazione con il Ministero del Turismo ed Enit, e rientra nel più ampio piano di promozione turistica ‘Scopri l’Italia che non Sapevi – Viaggio Italiano’, parte del Piano di Promozione Nazionale 2022.

Si tratta di un’esperienza all’insegna del turismo lento, in cui scoprire, lungo sentieri e itinerari unici, un modo diverso di vivere il nostro Paese, anche nei suoi angoli meno noti.

Gli oltre 2.000 partecipanti iscritti saranno condotti da guide ambientali escursionistiche o accompagnatori di media montagna. Un weekend in cui scoprire le bellezze di ogni regione, da nord a sud, attraverso arte, storia, spiritualità e natura, con momenti di intrattenimento e degustazioni enogastronomiche.

Cammini Aperti vede il coinvolgimento di altri due importanti partner, il CAI, Club Alpino Italiano, e FISH, Federazione Italiana Superamento Handicap.

Le iscrizioni ufficiali, con compilazione dell’apposito modulo, saranno aperte dal 2 all’11 aprile sul sito https://www.italia.it/it/viaggio-italiano/cammini-aperti
La selezione sarà in ordine cronologico. Le richieste successive al numero massimo verranno inserite in una lista d’attesa.

I due cammini sono promossi dalla Regione Piemonte e organizzati, il primo in collaborazione con la Città Metropolitana di Torino, Provincia di Asti e l’Associazione Camminare Lentamente, l’altro con il Consorzio Turistico Valle Maira.

Partecipare a “Cammini Aperti” è un’occasione per:

  • Immergersi nella bellezza dei paesaggi piemontesi
  • Scoprire sentieri e borghi incantevoli
  • Camminare in compagnia di guide esperte
  • Apprezzare la cultura e le tradizioni locali
  • Vivere un’esperienza di condivisione e di rispetto per l’ambiente

Related Articles

Ultimi Articoli