domenica, Luglio 14, 2024
localconsulting.it
HomeNotizieVecchie Terre di Montefili: il Chianti Classico 'Vigna Vecchia' Gran Selezione DOCG...

Vecchie Terre di Montefili: il Chianti Classico ‘Vigna Vecchia’ Gran Selezione DOCG 2015 conquista ancora una volta OperaWine

Ancora una volta Vecchie Terre di Montefili, rinomata azienda vitivinicola del Chianti Classico, è stata selezionata per partecipare a OperaWine 2024. L’evento, in programma il 13 aprile a Verona, rappresenta un’importante vetrina per le eccellenze enologiche italiane, e la presenza di Vecchie Terre di Montefili conferma l’impegno dell’azienda nella produzione di vini di altissima qualità.

Protagonista di questa edizione sarà il Chianti Classico “Vigna Vecchia” Gran Selezione DOCG 2015, un vino che incarna l’essenza del territorio toscano. Frutto di un attento processo di selezione e vinificazione, questo Sangiovese in purezza si distingue per la sua complessità aromatica e l’eleganza del gusto.

Il “Vigna Vecchia” Gran Selezione DOCG 2015 nasce da un vigneto di soli 0,5 ettari, situato nel cuore del Chianti Classico. Le uve, raccolte a mano e vinificate con cura, donano vita a un vino di grande struttura e personalità. Un affinamento di 26 mesi in botti di rovere e 12 mesi in bottiglia completa il processo di maturazione, regalando al “Vigna Vecchia” Gran Selezione DOCG 2015 un bouquet intenso e persistente, con sapori elegantemente evoluti di petalo di rosa, ciliegia, ribes rosso, con sfumature di rovo, confettura di mirtilli, fico e chiodi di garofano. Incantevole e terroso, con note sapide e carnose che disegnano un finale lungo e saporito.

La partecipazione a OperaWine 2024 rappresenta un importante riconoscimento per Vecchie Terre di Montefili, e conferma la posizione dell’azienda tra i migliori produttori di Chianti Classico. Un successo che premia l’amore per la terra e la dedizione al lavoro di una famiglia che, da generazioni, si dedica alla produzione di vini di eccellenza.

Serena Gusmeri, enologa e direttrice dell’azienda, esprime grande soddisfazione: “È motivo di grande orgoglio che il nostro Vigna Vecchia rappresenti Vecchie Terre di Montefili ad Opera Wine 2024. Questo vino riveste un significato particolarmente speciale per me, essendo la prima etichetta nel mio ruolo di enologa di Vecchie Terre di Montefili. Il 2015 ha segnato la prima vendemmia per questo vino distintivo, frutto dell’approccio di vinificare separatamente le uve di un singolo vigneto di Sangiovese di soli 0,5 ettari, piantato nel 1981. L’intuizione e la successiva analisi del terreno hanno rivelato la convergenza unica di due differenti tipologie di terreno – la formazione Pescina e la formazione Sillano – che conferiscono al vino caratteristiche eccezionali.

Vecchie Terre di Montefili si colloca sulla cima della collina panoramica Monte Fili, di origini antichissime e da cui prende il nome. Si estende per una superficie vitata di 12,5 ettari nel comune di Greve in Chianti, al confine delle UGA (Unità Geografica Aggiuntiva) del Chianti Classico di Panzano e Montefioralle e, da oltre 20 anni, fa parte del primo distretto biologico (Panzano). In questo luogo dove la storia, la natura e la tradizione enologica si intrecciano da sempre, è iniziata l’avventura straordinaria che ha unito il destino di tre amici statunitensi appassionati dell’Italia, Nicola Marzovilla, Frank Bynum e Tom Peck Jr., e quello dell’esperta enologa Serena Gusmeri. Dalla loro passione per il microcosmo di Montefili, i suoi panorami, i suoi vigneti e dal loro rispetto per la natura, nascono prodotti di eccellenza, premiati e riconosciuti a livello internazionale, che raccontano del cuore del Chianti Classico e del territorio toscano. Risale all’anno 1975 il primo vigneto di Sangiovese nominato “Anfiteatro”, al quale seguono ulteriori impianti grazie alla nuova proprietà e a un approccio attento, innovativo e sostenibile alla produzione dell’enologa, agronoma bresciana a capo dell’azienda.

Vecchie Terre di Montefili
Vecchie Terre di Montefili

Related Articles

Ultimi Articoli