domenica, Luglio 14, 2024
localconsulting.it
HomeNotizieFulmine: il Gin "elettrico" e rock di Glep Beverages conquista il World...

Fulmine: il Gin “elettrico” e rock di Glep Beverages conquista il World Gin Award 2023

Dalle splendide rive del Lago d’Orta nasce Glep Beverages, azienda specializzata in spirits che unisce passione, creatività e alta qualità. Fondata nel 2018 da Ezio Primatesta, albergatore e ristoratore, e Luca Garofalo, designer e creativo, Glep si distingue per la sua linea di spirits fuori dagli schemi, ironica e di altissima qualità.

Tra le sue creazioni, il Gin Fulmine rappresenta un vero gioiello. Nato nel 2019, questo gin London Dry ha già conquistato il titolo di miglior gin d’Italia al World Gin Award 2023 per la categoria London dry gin.

Fulmine è un gin “elettrico” e rock, che sprigiona un’energia travolgente fin dal primo sorso. La sua ricetta segreta, a base di botaniche accuratamente selezionate, regala un gusto complesso e raffinato, caratterizzato da note erbacee, speziate e citriche. Un gin perfetto per gli amanti dei sapori decisi.

Ma Fulmine non è solo un gin dal gusto eccezionale, è anche un prodotto che incarna l’anima rock e irriverente di Glep Beverages. Il suo nome, evocativo e audace, e la sua etichetta dal design accattivante riflettono perfettamente lo spirito del brand.

Gin Fulmine Glep Beverages

«Ci chiedevano un prodotto per completare la gamma e fare il Negroni e così ci siamo messi al lavoro: abbiamo fatto molte prove. Inizialmente volevamo inserire il rabarbaro anche nel gin, ma non ci ha convinto. Per questo abbiamo deciso di fare un London dry gin agrumato, che desse modernità al sorso ma con prevalenza di ginepro e alcune botaniche peculiari, in primis l’angelica, utilizzando una base alcolica di qualità assoluta. Ne è uscito un prodotto né troppo complesso, né troppo difficile, però di grande carattere. Fa frizzare leggermente la lingua, grazie alla presenza degli agrumi, per questo abbiamo scelto di chiamarlo Fulmine e di mettere la nostra tigre elettrica con un fulmine sulla lingua in etichetta».

Fa scintillare la lingua dallo stupore, fluttuante e agile scoppia in bocca come un lampo. Così recita la descrizione di questo spirits fatta dai suoi creatori. Quel che è certo è che Fulmine sia realizzato nel segno della purezza assoluta, frutto di una ricerca che punta al carattere essenziale e senza fronzoli della grande tradizione inglese dei London Dry. Nel bicchiere si presenta trasparente e cristallino, perfettamente incolore. Al naso seduce per una raffinata eleganza, che esprime profumi delicati di erbe officinali, scorza d’agrumi, lime e pompelmo, su una trama olfattiva di fresche sensazioni balsamiche date dalle fragranti bacche di ginepro. Al palato è fine e limpido, con un sorso secco e deciso, che si allunga profondo e lineare verso un finale persistente, giocato su piacevoli sensazioni balsamiche e agrumate.

Nasce da una doppia distillazione di una base alcolica di cereali in cui vengono lasciate a macerare erbe, spezie, piante, bacche e radici. Un insieme di botaniche che, durante la lavorazione, si amalgamano alla perfezione, dando origine a un’etichetta perfetta per essere usata in miscelazione – nei classici Negroni e Gin&Tonic – ma anche per essere assaggiata liscia, quasi come un digestivo. Con una leggera sfumatura agrumata, è un gin molto verticale, scorrevole, asciutto e bilanciato, adatto ai grandi bevitori di gin classico. Una curiosità: il babà che Antonino Cannavacciuolo serve a Villa Crespi è imbevuto, anziché con il rum, con il gin Fulmine.

Botaniche principali: ginepro, pompelmo rosa, coriandolo, angelica, limone, arancia e un po’ di elettricità.

Se fosse un attore sarebbe… Robert De Niro in The Ranking Bull.

Prezzo in enoteca (consigliato): 40 euro

Gin Fulmine Glep Beverages

Related Articles

Ultimi Articoli