localconsulting.it
sabato, Maggio 25, 2024
localconsulting.it
HomeNotizieLe Etichette a meno di 15 Euro premiate con Tre Bicchieri della...

Le Etichette a meno di 15 Euro premiate con Tre Bicchieri della Guida dei Vini d’Italia 2024 di Gambero Rosso

Gambero Rosso, offre un’interessante prospettiva per gli amanti del vino alla ricerca di bottiglie di qualità a prezzi accessibili. La recente pubblicazione della Guida dei Vini d’Italia 2024 presenta una sezione dedicata alle etichette che sono state insignite del prestigioso riconoscimento Tre Bicchieri, ma che possono essere acquistate senza dover svenare il portafoglio.

Sono ben 56 i vini che portano con sé la massima onorificenza della guida e che sono disponibili nelle enoteche al di sotto dei 15 euro, con un ulteriore twist che soddisferà i palati e le tasche più oculate: ben 7 di questi vini possono essere acquistati a meno di 10 euro.

Questa notizia offre un’interessante prospettiva sul mondo del vino italiano, dimostrando che l’eccellenza vinicola può essere raggiunta senza richiedere un investimento eccessivo. Una delle sorprese più notevoli è la presenza di vini di provenienti da Veneto e Puglia, che vantano il maggior numero di etichette vincenti sotto i 15 euro. L’Emilia Romagna, invece, si distingue per il numero di vini con un prezzo inferiore a 10 euro, dimostrando che la diversità delle regioni italiane offre opzioni per tutti i gusti e budget.

Va notato che non tutte le regioni sono in grado di offrire opzioni altamente premiate a prezzi così contenuti. In Toscana e Lombardia, per esempio, le bottiglie a meno di 15 euro sono piuttosto rare, riflettendo la posizione più elitaria di queste regioni nel mondo del vino. In ogni caso, l’offerta di vini bianchi e rossi si mostra ricca e diversificata in tutta Italia, dimostrando che il paese ha una vocazione vinicola eccezionale che si traduce in prodotti di grande valore a prezzi ragionevoli per i consumatori.

Ecco la lista dei migliori vini selezionati dal Gambero Rosso con un prezzo inferiore a 15 euro

Piemonte:

  1. Barbera d’Asti Lavignone ’22 – Pico Maccario Piemonte
  2. Gavi del Comune di Gavi Vigne Rade ’22 – La Toledana
  3. Moscato d’Asti Canelli Tenuta del Fant ’22 – Tenuta Il Falchetto*
  4. Ovada Convivio ’21 – Gaggino

Lombardia:

  1. Capriano del Colle Fausto ’22 – Lazzari

Trentino Alto Adige:

  1. A. Chardonnay V. Au Ris. ’19 – Tiefenbrunner
  2. A. A. Lago di Caldaro Cl. Sup. Quintessenz ’22 – Cantina Kaltern
  3. A. A. Pinot Grigio Giatl Ris. ’20 – Peter Zemmer
  4. A. A. Santa Maddalena Cl. ’22 – Pfannenstielhof Johannes Pfeifer

Veneto:

  1. Bardolino Montebaldo V. Morlongo ’21 – Vigneti Villabella*
  2. Conegliano Valdobbiadene Rive di Ogliano Extra Brut ’22 – BiancaVigna
  3. Custoza Sup. Amedeo ’21 – Cavalchina
  4. Custoza Sup. Ca’ del Magro ’21 – Monte del Frà
  5. Soave Cl. Campo Vulcano ’22 – I Campi
  6. Soave Cl. Le Battistelle ’21 – Le Battistelle
  7. Soave Cl. Monte Fiorentine ’21 – Ca’ Rugate
  8. Soave Sup. Il Casale ’21 – Agostino Vicentini

Friuli Venezia Giulia:

  1. FCO Friulano ’22 – Torre Rosazza
  2. Friuli Pinot Bianco ’22 – Le Monde

Emilia Romagna:

  1. Lambrusco di Sorbara Leclisse ’22 – Alberto Paltrinieri
  2. Lambrusco Grasparossa di Castelvetro Vini del Re ’22 – Cantina Sociale Settecani *
  3. Lambrusco Salamino di Santa Croce Dedicato ad Alfredo Molinari Cantina di Carpi e Sorbara*
  4. Reggiano Lambrusco Concerto ’22 – Ermete Medici & Figli*
  5. Romagna Albana Secco Codronchio ’21 – Fattoria Monticino Rosso
  6. Romagna Sangiovese Marzeno Sup. Poggio Vicchio ’21 – Fattoria Zerbina

Toscana:

  1. Colli di Luni Vermentino V. Basse ’22 – Terenzuola

Marche:

  1. Falerio Pecorino Maree ’22 – Madonnabruna*
  2. Offida Pecorino ’22 – Tenuta Santori
  3. Offida Pecorino Artemisia ’22 – Tenuta Spinelli
  4. Verdicchio di Matelica Collestefano ’22 – Collestefano
  5. Verdicchio di Matelica Petrara ’22 – Borgo Paglianetto

Abruzzo:

  1. Cerasuolo d’Abruzzo Giusi ’22 – Tenuta Terraviva
  2. Lupaia Trebbiano Spontaneo ’22 – Castorani*
  3. Montepulciano d’Abruzzo Becco Reale ’19 – VignaMadre – Famiglia Di Carlo

Molise:

  1. Molise Aglianico Contado Ris. ’19 – Di Majo Norante

Lazio:

  1. Cesanese del Piglio Sup. Hernicus ’21 – Antonello Coletti Conti
  2. Poggio Triale ’21 – Tenuta La Pazzaglia

Campania:

  1. Cilento Rosso Dellemore ’20 – Casebianche
  2. Falanghina del Sannio Guardia Sanframondi Vignasuprema ’21 – Aia dei Colombi
  3. Falanghina del Sannio Identitas ’22 – Cantina di Solopaca
  4. Falanghina del Sannio Janare Senete ’22 – La Guardiense – Janare
  5. Falanghina del Sannio Svelato ’22 – Terre Stregate
  6. Greco di Tufo Daltavilla ’22 – Villa Matilde Avallone

Puglia:

  1. Brindisi Rosso Susumaniello Oltremé ’21 – Tenute Rubino
  2. Castel del Monte Rosso V. Pedale Ris. ’19 – Torrevento
  3. Gioia del Colle Primitivo Fanova ’21 – Terrecarsiche 1939
  4. Gioia del Colle Primitivo Parco Largo ’22 – Plantamura
  5. Primitivo di Manduria Lirica ’21 – Produttori di Manduria
  6. Primitivo di Manduria Notte Rossa Ris. ’19 – Terre di Sava
  7. Primitivo di Manduria Passo del Cardinale ’22 – Paolo Leo
  8. Salice Salentino Cantalupi Ris. ’20 – Conti Zecca

Basilicata:

  1. Aglianico del Vulture Calice ’21 – Donato D’Angelo di Filomena Ruppi

Calabria:

  1. Cirò Rosso Cl. Sup. Duca Sanfelice Ris. ’21 – Librandi

Sicilia:

  1. Cerasuolo di Vittoria Cl. ’21 – Tenuta Bastonaca
  2. Etna Bianco Lenza di Munti 720 slm ’22 – Cantine Nicosia

Sardegna:

  1. Mandrolisai Rosso Fradiles ’21 – Fradiles, vincitore del Premio Speciale per il Miglior Rapporto Qualità-Prezzo, in collaborazione con Italesse.

Related Articles

Ultimi Articoli