localconsulting.it
mercoledì, Maggio 29, 2024
localconsulting.it
HomeEventiLa Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori 2023: alla scoperta della...

La Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori 2023: alla scoperta della Scienza nei Musei Reali di Torino

Venerdì 29 e sabato 30 settembre, Torino si è trasformata in un vivace crocevia di scienza e cultura mentre ha ospitato la Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori 2023. Quest’anno, l’evento ha assunto una prospettiva nuova e affascinante, poiché i Musei Reali hanno accolto le menti curiose e gli appassionati di scienza per la prima volta.

Il progetto, denominato UNIGHT – United citizens for research, è stato finanziato dalla Commissione Europea come parte del programma Marie Skłodowska-Curie Actions. Questa edizione torinese è stata realizzata dall’Area Valorizzazione e Impatto della Ricerca e Public Engagement dell’Università di Torino insieme al Politecnico di Torino, in stretta collaborazione con i Musei Reali. L’evento ha ricevuto il patrocinio del Ministero dell’Università e della Ricerca, della Città di Torino e della Regione Piemonte, e il contributo di Lavazza, con la media partnership di Rai Cultura.

La manifestazione è stata inaugurata venerdì 29 settembre alle 17.30 nel Teatro Romano del Museo di Antichità, con un omaggio a Italo Calvino in occasione del centenario della sua nascita. La mostra dedicata a Calvino è stata ospitata presso l’Archivio Storico dell’Università.

Una delle principali novità di quest’anno è stata la scelta della location principale dell’evento, i Giardini Reali, che hanno ospitato l’allestimento di 6 percorsi tematici e oltre 100 laboratori a cielo aperto. Qui, i visitatori di tutte le età hanno potuto partecipare a esperimenti, scoprire prototipi innovativi e divertirsi con giochi scientifici.

UNIGHT ha offerto anche una maratona di 50 ore di talk, con numerosi caffè scientifici nelle 4 aree predisposte. Gli appassionati di scienza hanno avuto l’opportunità di ascoltare storie sull’archeologia e la salute mentale, esplorare il mondo del biochar e discutere il ruolo delle donne nella farmacologia. Tra gli eventi da non perdere, i PHD Talks hanno offerto un viaggio nelle connessioni della ricerca con “Just the Woman I Am”, un’iniziativa di Università, Politecnico e CUS Torino che sostiene la ricerca universitaria sul cancro.

L’evento ha anche presentato performance musicali e spettacoli, tra cui “Poetry for the Planet“, una gara poetica sulla crisi climatica e la salute globale, e “Gli insoliti noti. Chi è chi?” presentato dal Teatro della Caduta, in cui ricercatrici e ricercatori si sono trasformati in artisti e il pubblico ha dovuto indovinare le loro identità.

Inoltre, molte delle attività erano il risultato della collaborazione tra gruppi di ricerca multidisciplinari dell’Università, del Politecnico di Torino e dei numerosi centri di ricerca. Le escape room, ad esempio, hanno permesso ai partecipanti di mettere alla prova le loro abilità nella comprensione delle lingue romanze, scoprire i segreti della fisica medica e affrontare la sfida di mettere in sicurezza un impianto nucleare.

Venerdì 29 settembre molti Musei, tra cui il Museo Egizio e il Xké? Il laboratorio della curiosità, sono rimasti aperti fino a mezzanotte, offrendo al pubblico l’opportunità di esplorare le meraviglie dell’arte e della scienza fino a tarda notte. Sabato 30 settembre, i Musei del Palazzo degli Istituti anatomici, tra cui il Museo Anatomia “Luigi Rolando” e il Museo di Antropologia criminale “Cesare Lombroso”, hanno aperto le loro porte dalle 10 alle 18, offrendo un ingresso gratuito.

La “Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori” è stata un successo straordinario, promuovendo la scienza e l’innovazione e coinvolgendo il pubblico di tutte le età. Questo evento ha dimostrato quanto sia importante celebrare la ricerca scientifica e metterla al centro della costruzione di un futuro sostenibile e di società più consapevoli e giuste. Con caffè scientifici, laboratori interattivi e discussioni coinvolgenti, la Notte dei Ricercatori ha ispirato giovani e adulti a esplorare il mondo della scienza in modo divertente e stimolante.

Related Articles

Ultimi Articoli