localconsulting.it
sabato, Maggio 25, 2024
localconsulting.it
HomeNotizieSalone del Vino Torino 2024: seconda edizione tra OGR e Museo Nazionale...

Salone del Vino Torino 2024: seconda edizione tra OGR e Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, dall’2 al 4 marzo

Dall’2 al 4 marzo 2024, Torino si prepara ad ospitare la seconda edizione del Salone del Vino all’interno di due spazi espositivi: le OGR Torino e il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano. Un evento imperdibile per gli appassionati e i professionisti del settore che desiderano esplorare l’anima vitivinicola del Piemonte.

La settimana precedente al Salone, da martedì 27 febbraio, la città sarà animata dagli eventi del Salone OFF: oltre 100 appuntamenti, tra degustazioni, talk, cene a tema e mostre, coinvolgeranno il pubblico in un’entusiasmante full immersion nel mondo del vino. Enoteche, ristoranti, bar e location suggestive saranno i protagonisti di questa settimana di eventi, offrendo un’ampia varietà di esperienze per tutti i palati e gusti.

Mission del Salone del Vino di Torino 2024 è raccontare il Piemonte del vino in tutte le sue sfaccettature e tipicità, alla scoperta delle radici profonde di un territorio capace di guardare al futuro, attraverso la lente di ingrandimento della sostenibilità. Un viaggio che narra i terroir, con l’obiettivo di valorizzare la grande diversità e la ricchezza vitivinicola del Piemonte.

L’edizione 2024 del Salone del Vino di Torino sarà un’esperienza autentica e coinvolgente: avremo l’opportunità di entrare in contatto diretto con cantine provenienti da tutta la nostra regione, con giovani produttori e realtà di eccellenza, assaporando il vino in un contesto che va oltre la degustazione. Ricostruiremo e restituiremo uno spaccato omogeneo e articolato del nostro territorio”, spiega Patrizio Anisio, Direttore del Salone del Vino di Torino.

La seconda edizione del Salone del vino di Torino entra nel vivo sabato 2 e domenica 3 marzo, con il fitto weekend di esposizione vitivinicola dedicata al grande pubblico, che verrà ospitata tra le OGR Torino e il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano.
Si prosegue lunedì 4 marzo, nelle stesse location, con la giornata dedicata agli operatori professionali.

Grande novità di questa edizione 2024 sarà inoltre il coinvolgimento di una regione ospite: la Valle d’Aosta che, insieme al Consorzio Vini Valle d’Aosta, alle sue cantine vitivinicole e i suoi grandi spirits, darà l’opportunità al grande pubblico di conoscere un territorio ricco di storia e tradizioni.

Due spazi espositivi: OGR Torino e Museo Nazionale del Risorgimento Italiano

Al Museo Nazionale del Risorgimento Italiano si potrà degustare una selezione di cantine da tutto il Piemonte. L’Aula della Camera Italiana sarà dedicata alle cantine artigiane e alle cantine dell’Associazione dei vini biologici e del Consorzio di Cocconato, con una sezione di rappresentanza nazionale e internazionale a cura della Torino Wine Week, oltre alle storiche eccellenze vitivinicole piemontesi.

Restando all’interno del Museo, si potrà inoltre degustare una selezione di Vermouth piemontesi e, in Sala Plebiscito, ogni giorno, sono in programma 4 masterclass gratuite per il pubblico del Salone, tra le altre Spirito Agricolo, Cascina Rural, Le Viti, Cascina Corte, per approfondire la conoscenza e l’impegno delle cantine volto alla tutela delle tradizioni e della sostenibilità ambientale.

Alle OGR Torino, si potranno invece incontrare i consorzi e le associazioni di tutela e di promozione, le enoteche regionali e le centinaia di cantine a fotografare il Piemonte, a cui si aggiungeranno quelle ospiti provenienti quindi dalla Regione Valle d’Aosta, oltre ancora alle grappe e agli spirits.
Il palco principale delle OGR Torino vedrà protagonisti 12 talk volti ad analizzare i temi dell’attualità e le sue sfide, le nuove ricerche scientifiche e la presentazione in anteprima di nuovi percorsi di studio e valorizzazione del vino.

Anche negli spazi di Snodo, ogni giorno, il pubblico potrà partecipare a 4 masterclass gratuite e non, per ampliare la propria conoscenza sul mondo del vino in Piemonte.

Strada del Barolo e grandi vini di Langa approfondirà i cru e le annate del re dei vini il Barolo, Fisar Torino ci guiderà invece alla scoperta dei grandi vini valdostani, mentre con l’Enoteca Regionale del Roero si esploreranno i grandi vini di questo territorio. Grazie all’Onav Torino si scopriranno i meravigliosi Dolcetti di Ovada, e ancora con Ais Piemonte le grandi bolle piemontese, insieme al Consorzio Alta Langa. E poi ancora i vini eroici dei sorì del Moscato, i vini della Val Susa, le grandi fresia con il Consorzio della Freisa di Chieri, le grappe con il Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e grappa di Barolo e l’ANAG associazione nazionale assaggiatori di grappa.

I pacchetti per partecipare al Salone sabato 2 e domenica 3 marzo

Attraverso i pacchetti degustazione potrai accedere a una sede del Salone del Vino (Museo del Risorgimento o OGR Torino) o a entrambe, conoscere i produttori e le produttrici presenti, degustare i loro vini, partecipare ai talk e alle degustazioni gratuite (iscriviti qui per partecipare). Saranno acquistabili anche in cassa, salvo esaurimento disponibilità. Potrai utilizzare i token per degustare agli stand dei produttori e acquistare le bottiglie. Riceverai un bracciale elettronico e in uso il calice e la taschina.

Salone (1 location) + 5 token
OGR Torino o Museo del Risorgimento (2 o 3 marzo 2024)
5 x token degustazione + accesso alle degustazioni gratuite fino a esaurimento posti, bracciale cashless, calice e taschina (a restituzione)
20,30€ Acquista pacchetto

Salone (2 location) + 6 token
OGR Torino e Museo del Risorgimento (2 o 3 marzo 2024)
6 x token + accesso alle degustazioni gratuite fino a esaurimento posti, bracciale cashless, calice e taschina (a restituzione)
23,30€ Acquista pacchetto

Salone (1 location) + 18 token
OGR Torino o Museo del Risorgimento (2 o 3 marzo 2024)
18 x token + accesso alle degustazioni gratuite fino a esaurimento posti, bracciale cashless, calice e taschina (a restituzione)
30,30€ Acquista pacchetto

Il Salone è cashless

Quest’anno il Salone del Vino diventa cashless, con una piattaforma digitale e trasparente,  pensata per il pubblico e le cantine per offrire possibilità di approfondimento e scambio. Per questo motivo i token saranno virtuali e ogni transazione verrà effettuata tramite braccialetti che si possono ricaricare in cassa o sull’app (presto disponibile). Accredita sul bracciale la somma di denaro che desideri, a partire da un minimo di 1 euro. Per effettuare pagamenti basterà avvicinare il braccialetto al lettore e verrà scalato il costo della degustazione. Inoltre, se avrai scaricato l’app, avrai a disposizione tutte le informazioni sulle cantine che hai degustato. Non verranno effettuati rimborsi: ricarica il tuo bracciale cashless con l’importo che vuoi utilizzare per le degustazioni.



Related Articles

Ultimi Articoli