localconsulting.it
mercoledì, Maggio 22, 2024
localconsulting.it
HomeNotizieIl Festival del Prosciutto di Parma, torna dall'1 al 3 settembre a Langhirano

Il Festival del Prosciutto di Parma, torna dall’1 al 3 settembre a Langhirano

Presso Langhirano, una località impregnata di storia e tradizioni, sta per svolgersi la tanto attesa 26° edizione del Festival del Prosciutto di Parma DOP. Un evento enogastronomico che, nel corso degli anni, è diventato un appuntamento imperdibile per gli amanti della buona cucina e per chi desidera scoprire i segreti dietro una delle eccellenze gastronomiche italiane più celebrate al mondo.

La grande apertura dell’evento, fissata per il venerdì 1 settembre, è destinata a catturare l’attenzione di tutti gli appassionati. Francesca Romana Barberini guiderà l’evento, mentre una presenza iconica e amata dal pubblico, cantante e attrice amatissima dal pubblico Lorella Cuccarini, che incoronerà il vincitore tra le pasticcerie regionali che si sono sfidate per preparare un dessert celebrativo in occasione sessantesimo anniversario del Consorzio, sfruttando la dolcezza del Prosciutto di Parma DOP.

Il Festival costituirà anche un’occasione unica per esplorare temi di grande rilevanza come l’economia circolare e la lotta allo spreco alimentare. Quest’anno, il Consorzio del Prosciutto di Parma si è unito a Biova Project in un progetto innovativo che ha trasformato il pane inutilizzato durante il tour #UnaFettaDiParma in birra artigianale. Un esempio tangibile di come l’industria possa adottare pratiche sostenibili e ridurre gli sprechi.

Le giornate del 2 e 3 settembre si prospettano ricche di coinvolgenti attività. Gli appassionati potranno incontrare i produttori di Prosciutto di Parma presso la Cittadella del Prosciutto di Parma, immergendosi in show cooking e degustazioni. Inoltre, un’opportunità formativa offrirà l’occasione di apprendere le sfumature del processo produttivo e di visitare il Museo del Prosciutto di Parma, che conserva le radici storiche e le tradizioni legate a questa prelibatezza.

Uno degli aspetti più emozionanti del festival è la celebre iniziativa “Finestre Aperte“. Qui, i produttori aprono le porte delle loro aziende, permettendo ai visitatori di osservare da vicino il processo artigianale che dà vita a questo gioiello culinario. Attraverso questa esperienza, si rende omaggio a una sinergia unica tra clima, tradizione e passione, che culminano nella creazione del rinomato Prosciutto di Parma.

Il Presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma, Alessandro Utini, ha sottolineato l’evoluzione continua del Festival nel corso degli anni. Nonostante le sfide della pandemia, l’evento ha mantenuto il suo impegno nel promuovere il Prosciutto di Parma e il suo territorio unico. L’edizione 2023 si concentra sul contatto umano, il dialogo e l’esperienza autentica. La crescente popolarità del turismo enogastronomico dimostra l’interesse globale per la ricchezza culinaria italiana, trasformandola in un veicolo di conoscenza.

Related Articles

Ultimi Articoli