localconsulting.it
mercoledì, Maggio 22, 2024
localconsulting.it
HomeEventiIl Carnevale Storico di Pont-Saint-Martin 2024 celebra la sua 114ª edizione

Il Carnevale Storico di Pont-Saint-Martin 2024 celebra la sua 114ª edizione

Il Carnevale Storico di Pont-Saint-Martin è un tradizionale evento annuale che si tiene nella città omonima, in Valle d’Aosta. Risalente a oltre un secolo fa, questo carnevale rappresenta una vivace celebrazione delle radici culturali e delle antiche tradizioni locali.

L’evento ha inizio l’6 gennaio, giorno dell’Epifania, e raggiunge il suo culmine il martedì grasso, il giorno prima dell’inizio della Quaresima. Durante questo periodo, Pont-Saint-Martin si trasforma in un luogo di festa, coinvolgendo la comunità locale e i visitatori con le sue attività e le sue atmosfere gioiose.

Un elemento distintivo di questo Carnevale è la suddivisione della città in diverse “insulae“, o rioni, ognuna contraddistinta da un colore. I residenti di ciascuna insula partecipano attivamente alla pianificazione e all’organizzazione dell’evento. Durante la sfilata, i partecipanti indossano costumi storici e maschere che riflettono il colore del proprio rione.

Un altro aspetto peculiare è rappresentato dalla figura del “Diavolo“. Durante l’evento, un manichino raffigurante il Diavolo viene appeso al ponte romano della città e poi dato alle fiamme, simboleggiando così purificazione e rinnovamento.

Nel 2024, il Carnevale Storico di Pont-Saint-Martin celebra la sua 114ª edizione. Come ogni anno, l’evento attrae numerosi visitatori.

Durante il martedì grasso, l’atmosfera festosa che anima le strade affollate non è solo dovuta ai gruppi folcloristici, alle bande musicali o alle maschere, ma soprattutto ai carri allegorici provenienti non solo dal Piemonte e della Valle d’Aosta.

Lo spettacolo finale è imperdibile: suoni, luci e colori avvolgono in una magica atmosfera lo splendido scenario del Ponte Romano. I personaggi accompagnano il Diavolo verso il suo ultimo viaggio. Sotto l’arcata del millenario ponte, il grande fantoccio che lo rappresenta viene dato alle fiamme. Poi, in un crescendo di cascate scintillanti e di esplosioni di fuochi d’artificio, tutta la popolazione saluta il Carnevale che se ne va.

Le origini:
Le radici di questa festa affondano in un passato lontano, rievocando antichi riti propiziatori e simboli ancestrali. Il fuoco, il mascheramento, il banchetto, la trasgressione e la competizione sono solo alcuni degli elementi distintivi di questa manifestazione.

La leggenda del Diavolo e San Martino:
Al centro del Carnevale si trova la leggenda che racconta la costruzione del ponte romano del I secolo a.C. Secondo la tradizione, gli abitanti del borgo, stremati dalle continue piene del torrente Lys, si rivolsero a San Martino per ottenere un ponte sicuro. Il Santo, con un ingegnoso stratagemma, ingannò il Diavolo convincendolo a costruire il ponte in cambio dell’anima del primo che lo avrebbe attraversato. Ma grazie a un astuto trucco, fu un cane il primo a calpestare la pietra del ponte, lasciando il Diavolo beffato e furioso.

Oltre al Diavolo e a San Martino, il Carnevale di Pont-Saint-Martin vede la partecipazione di un variegato gruppo di personaggi storici e leggendari:

  • Il console romano, simbolo dell’autorità dell’Impero Romano.
  • I tribuni, che comandano le legioni romane.
  • I legionari, soldati dell’esercito romano.
  • Il corpo di guardia del ponte romano, incaricato di presidiare il ponte e garantirne la sicurezza.
  • I Salassi, gli antichi abitanti della Valle d’Aosta, sconfitti dai Romani.
  • La Ninfa del Lys, una fata dispettosa che minaccia il paese, ma viene placata dalla popolazione.

Related Articles

Ultimi Articoli