localconsulting.it
lunedì, Maggio 27, 2024
localconsulting.it
HomeNotizieThe Others Art Fair 2023, dal 2 al 5 novembre 2023 la...

The Others Art Fair 2023, dal 2 al 5 novembre 2023 la XII edizione a Torino

The Others Art Fair 2023 è pronta per una nuova straordinaria missione. Dal 2 al 5 novembre 2023, la XII edizione di questa fiera d’arte contemporanea si terrà nel Padiglione 3 di Torino Esposizioni, trasformando lo spazio espositivo in una galassia d’arte innovativa.

Quest’anno, il tema della fiera è “Gallerie Come Pianeti“, e oltre 70 espositori provenienti da tutto il mondo saranno presenti. L’obiettivo è quello di offrire al pubblico una straordinaria esperienza d’arte contemporanea, mettendo a confronto artisti di diverse generazioni e linguaggi creativi. La fiera presenterà progetti espositivi di artisti under 40 e artisti over 40, incoraggiando l’interscambio generazionale.

Il Padiglione 3 di Torino Esposizioni, progettato da Pier Luigi Nervi, sarà trasformato in una vera e propria galassia, con gallerie che agiranno come pianeti, accogliendo visitatori in un viaggio tra le costellazioni dell’arte contemporanea. L’arte contemporanea spesso sfida le percezioni tradizionali attraverso l’uso di materiali innovativi, tecnologie avanzate e l’incorporazione di elementi scientifici, stimolando la riflessione sulla nostra posizione nell’Universo.

La forza distintiva di The Others è la sua forte vocazione internazionale. Oltre 70 espositori da tutto il mondo, inclusi Argentina, Austria, Francia, Germania, Lituania, Perù, Repubblica Ceca, Slovacchia, Spagna e Svizzera, parteciperanno insieme alle gallerie italiane, tra cui 5 realtà indipendenti di Torino. Quest’anno vedremo anche una maggiore presenza di gallerie provenienti dai Paesi dell’Est. Inoltre, la fiera ospiterà un programma di talk ed esposizioni proposto in collaborazione con 7 spazi non profit di Torino.

The Others si distingue come uno spazio creativo e eclettico che riunisce realtà emergenti e tendenze artistiche in crescita. È un luogo in cui le voci più nuove dell’arte contemporanea trovano espressione. La fiera è stata fondata da Roberto Casiraghi e Paola Rampini e offre un’esperienza internazionale, guardando oltre i confini e all’infinito dell’Universo artistico.

Un esempio dell’impegno di The Others verso i giovani talenti è la residenza d’artista offerta a un artista emergente. L’artista, che ha vinto questa opportunità, ha svolto la sua ricerca a Torino, alternando la produzione in studio a incontri con la città stessa. L’opera risultante sarà esposta a The Others 2023, offrendo una finestra sull’esperienza dell’artista.

Per ulteriori informazioni sull’evento e i partecipanti, è possibile visitare il sito web ufficiale: www.theothersartfair.com.

TEMI DELLA XII EDIZIONE

Tra i fil rouge che riuniscono i diversi progetti e le installazioni presentati a The Others 2023, il tema estremamente attuale dell’inadeguatezza e del disagio, la non corrispondenza delle aspettative imposte dalla società, che si riflette nelle ricerche artistiche più emergenti, come verrà espresso nelle opere presentate da Area/B di Milano con il progetto “Le inquietudini del nostro tempo” attraverso i dipinti onirici di Irene Balia e le atmosfere milanesi di Laura Giardino.

Anche lo stretto legame con il territorio di appartenenza e le proprie tradizioni, come verrà espresso dalla galleria siciliana Young Volcano, dalla peruviana Bloc Art o dalle 8 gallerie slovacche presenti in fiera che indagheranno il rapporto degli artisti con le immagini, gli oggetti e la natura legati alla loro terra di provenienza. 

Spazio inoltre all’incontro tra arte visiva e altri linguaggi creativi, come quello della musica, a partire dal progetto di incisione di un vinile che verrà presentato in anteprima dalla galleria Mancaspazio

Al centro dei filoni narrativi che guidano questa edizione anche il rapporto con il linguaggio della fotografia contemporanea attraverso i lavori proposti ad esempio dai tre artisti presentati da Saraceno Art Gallery – Paolo Ceribelli, Carlo Rocchi Bilancini e Max Serradifalco – e la loro personale ricerca sulla libertà e le sue limitazioni, sulla condizione umana e la sua ripetitività e sulle molteplici forme della natura. 

All’ambiente e ai suoi elementi sono inoltre dedicate le fotografie degli artisti proposti da Raw Messina come tre letture diverse del concetto di mappa, così come le opere che verranno presentate dalla galleria Lab1930, un dialogo sulla “fragilità” dell’uomo e della natura e la loro stretta interdipendenza attraverso le serie di quattro artisti: Alessandra Baldoni, Alessandro Vicario, Caroline Gavazzi e Alessandra Calò.

Non mancherà anche quest’anno la forte presenza di uno sguardo tutto al femminile attraverso la partecipazione di due gallerie internazionali composte da sole donne che promuovono esclusivamente artiste, ovvero la già citata Bloc Art Perù e The Woman Art Gallery, oltre alla fiorentina Crumb Gallery

FRA LE NOVITÀ DI QUEST’ANNO, IL PUBLIC PROGRAM TRA PERFORMANCE LIVE E TALK 

Tra le novità di quest’anno al Padiglione 3 di Torino Esposizioni, 3 performance artistiche proposte da altrettante gallerie, italiane e internazionali, che durante gli orari di apertura della Fiera coinvolgeranno il pubblico in un’esperienza dell’arte sempre più sensoriale e partecipata: dalla body art performance di Sara Lisanti per The Woman Art Gallery di Berna, alla “Figurazione animistica” di Viktor Fuček per Flat Gallery, fino alla riflessione sulla condizione dell’essere iperconnessi proposta dal duo artistico Lu.Pa presentato da Giordano Boetti Editions

A queste tre performance si aggiungerà anche la partecipazione speciale degli studenti dell’Academy of Fine Arts and Design di Bratislava che proporranno, ogni giorno, una performance diversa all’interno del Padiglione 3 di Torino Esposizioni.

Ma non solo, perché grazie al programma di talk curato dall’art sharer Elisabetta Roncati, The Others aprirà una vera e propria Arena per discutere e confrontarsi sull’arte contemporanea attraverso i punti di vista di art influencer, giornalisti, esperti e appassionati, trattando argomenti legati al sistema dell’arte e al rapporto con i nuovi mezzi di comunicazione fino alla relazione tra arte e sostenibilità ambientale, tematiche gender e queerness. 

IL BOARD CURATORIALE 

Il board curatoriale dell’edizione 2023 di The Others Art Fair è guidato da Lorenzo Bruni nel ruolo di Coordinatore. Critico e curatore d’arte, nato a Firenze che attualmente vive a Roma, dove insegna Arti visive contemporanee presso AANT e Teoria del Mercato Multimediale dell’Arte all’Accademia di Belle Arti di Roma, mentre dal 2022 insegna Museologia all’Accademia Albertina di Torino. Fra le curatrici, che motivano anche la grande presenza di gallerie provenienti dai Paesi dell’Est c’è Lýdia Pribišová curatrice e storica dell’arte che vive a Bratislava, in Slovacchia, e che dal 2020 è curatrice presso la Kunsthalle di Bratislava e nello stesso anno è stata eletta presidente della sezione slovacca dell’AICA. Daniela Grabosch è inoltre presente nel board curatoriale quale artista viennese la cui pratica performativa migra tra mezzi digitali e fisici. Ha conseguito un MFA in Arte Performativa presso l’Accademia di Belle Arti di Vienna e un BFA in Belle Arti e Media Digitali presso la Hochschule di Düsseldorf. 

Sul filone dedicato al digital e content creator, quale coordinatrice del Public Program fra le novita di questa XII edizione anche la consulente artistica, scrittrice per diverse testate e autrice per Rizzoli illustrati, Elisabetta Roncati che nel 2018 ha fondato il marchio registrato Art Nomade Milan, con cui si occupa di divulgazione digitale sui principali social media (Instagram e Tik Tok @artnomademilan).

TUTTI I PREMI DI THE OTHERS ART FAIR

Sono sette i Premi, nazionali e internazionali, che verranno assegnati nel corso della dodicesima edizione della Fiera, tra cui quattro Premi di acquisizione e tre di residenza, a partire dal Premio del Comitato Piero d’Amore che offrirà, per il secondo anno consecutivo, una residenza d’artista a Torino per la durata di un mese. Il Premio “Prospettiva Insulare” proporrà invece una residenza a Tenerife per un artista under 35 residente in Italia che sarà ospitato per due settimane nello spazio che l’artista Giovanni Ozzola ha realizzato a Santa Cruz de Tenerife. Il “Nice (He)art Prize” creato da Francisca Viudes, darà al vincitore la possibilità di partecipare al “The (He)art for (He)art Program” con base nella città di Nizza. 

Riguardo ai premi di acquisizione, riconfermano la loro partecipazione la Behnoode Foundation fondata da Benhoode Javaherpour con l’obiettivo di supportare artisti attraverso diverse iniziative; Operæ, il più diffuso sistema di archiviazione e gestione su smartphone e tablet per collezionisti, che sceglierà un’opera da inserire nella “Collezione Operæ”; Zenato Academy con il premio Zenato per la fotografia contemporanea nato con l’intento di sostenere i giovani artisti che si esprimono con il linguaggio fotografico; e, per la prima volta a The Others, Spazio 88, società di servizi, che prevede un premio di acquisizione rivolto a opere in grado di ispirare la fiducia nelle possibilità umane e di promuovere un sentimento di sicurezza e tranquillità.

L’INTERSTELLART CUP

Infine, l’accezione più creativa e ludica della Fiera, altro suo elemento distintivo, si esprimerà quest’anno con il lancio di “InterstellArt Cup: un campionato di biliardino a cui parteciperanno galleristi, artisti, curatori, collezionisti e giornalisti per incoraggiare occasioni di incontro rompendo ancora una volta tutti gli schemi. 

The Others si riconferma quindi nel 2023 come una piattaforma di incontro e scambio dal mondo in cambiamento continuo e creativo, sempre in ascolto verso quelle che sono ogni anno le priorità del sistema dell’arte, in grado di creare una rete basata sulla community di artisti che frequentano ogni anno The Others per la sua vocazione provocatoria, eclettica e internazionale, capace di catalizzare e sprigionare ogni anno nuova  energia creativa.

Espositori The Others 2023

A.MORE gallery Milano (IT) | 
AD Gallery, Sesto Fiorentino, FI (IT)
Area\B, Milano (IT)
ARTÁGORA, Siviglia (ES) 
BI-BOx Art Space, Biella (IT)
BIANCHIZARDIN, Milano (IT) 
BLOC ART PERÙ, Lima (PE)
Associazione Culturale Blocco 13, Roma (IT) 
blu : gallery, Modra (SK)
Giordano Boetti Editions, Roma (IT) 
Bonobolabo, Ravenna (IT)
Candy Snake Gallery, Milano (IT) 
Casa Bramante SSC, Palazzolo Acreide, SR (IT) 
Contemporary Cluster, Roma (IT)
Contour Art Gallery, Vilnius (LT) 
Crag Gallery, Torino (IT)
Crumb Gallery, Firenze (IT) 
Associazione Artistica Docks Torino Dora, Torino (IT) 
Die Mauer, Prato (IT)
Dom Jána Hálu, Važec (SK) 
DOSE Gallery, Shanghai (CHN) DOT. Contemporary, Mesto (SK)
EQO, Spišský Hrhov (SK)
ESH Gallery, Milano (IT) 
FABBRICA EOS, Milano (IT)
Galleria d’Arte Faber, Roma (IT) 
Febo e Dafne, Torino (IT)
FLATGALLERY, Bratislava (SK) 
Frontviews, Berlino (DE)
GALFER 20 Associazione Culturale, Torino (IT) 
JK’s Gallery, Torino (IT)
KA32, Berlino (DE) 
Kou Gallery, Roma (IT)
Kunsthalle Graz – Association for Contemporary Art, Graz (AT)
Lab 1930. Fotografia Contemporanea, Milano (IT) 
LABORATORIO 31 Art Gallery, Bergamo (IT)
Labrys, Torino (IT) 
LAMB, Mestre, VE (IT)
MANCASPAZIO, Nuoro (IT) 
META.PROJECT, Lugano (CH)
MONOCROMO Contemporary Art, Roma (IT) 
Mouches Volantes, Colonia (DE)
Nástupište, Topolkany (SK) 
Collettivo artistico NOT4, Torino (IT)
STUDIO NOVECENTO, Latina (IT) 
Oksasenkatu 11, Helsinki (FIN)
Pavart Gallery, Roma (IT) 
Galerie Polysémie, Marsiglia (FR)
Pragovka GalleryPraga (CZ) 
Raw Messina, Roma (IT)
Saraceno Art Gallery, Roma (IT) 
Silica, Cannes (FR)
SoloContemporaneo, Olivos – Buenos Aires (AR) 
Šopa Gallery, Košice (SK)
Paola Sosio Contemporary ArtMilano (IT) 
Spazio Unimedia, Genova (IT)
StayOnBoard Art Gallery, Milano (IT) 
THEGAME GALLERY, Livorno (IT)
The Woman Art Gallery, Berna (CH) 
TxT Space, Moncalieri, TO (IT)
Unique Contemporary, Torino (IT) 
Alessandro Vitiello Home Gallery, Roma (IT)
VUNU GalleryKošice (SK) 
WizardMilano (IT)
YoungVolcano, Palermo (IT)

Special Project 

Il Cerchio e le Gocce, Torino (IT)
Otto Finestre, Torino (IT) 
IDEM Studio, Torino (IT)
MUTA Torino, Torino (IT)
Nisba Studio, Torino (IT)

The Others art fair 2023 Dom Jana Halu D'EPOG Fotoshooting Roadtrip
Dom Jana Halu D’EPOG Fotoshooting Roadtrip

Related Articles

Ultimi Articoli