localconsulting.it
mercoledì, Maggio 22, 2024
localconsulting.it
HomeCibo e RicetteLa ricetta degli Gnocchi di patate crude alla pancetta e le sue...

La ricetta degli Gnocchi di patate crude alla pancetta e le sue varianti

Le radici della cucina tradizionale trentina ci conducono verso piatti rustici che sanno abbracciare i sapori della terra. Gli gnocchi di patate crude sono un esempio perfetto di questa semplice raffinatezza culinaria. La loro consistenza ruvida, appena accennata, si trasforma in un avvolgente morso di morbidezza.

Quando le patate vengono appena raccolte dalla terra, è il momento ideale per preparare questo piatto. La ricetta, tramandata di generazione in generazione, potrebbe far storcere il naso a qualcuno al solo pensiero delle patate crude.

Le variazioni nella preparazione possono essere molteplici: chi preferisce un solo uovo e abbondante farina, chi opta per più uova e meno farina, e c’è persino chi sceglie di non aggiungere uova, ma integra una patata lessata per ottenere una consistenza cremosa. Tuttavia, ciò che rimane costante è il condimento: burro, pancetta o lardo, o ancora, una generosa spolverata di trentingrana o di “Poina Affumicata”, una ricotta vaccina di malga affumicata artigianalmente.

La preparazione richiede alcune accortezze: è fondamentale utilizzare patate a pasta bianca e una grattugia a maglia larga per ottenere la giusta consistenza.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di patate a pasta bianca
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 100 g di farina 00
  • Sale q.b.
  • 150 g di pancetta affumicata
  • 50 g di burro
  • 50 g di Trentingrana grattugiato
  • 50 g di ricotta affumicata
  • Noce moscata q.b. (facoltativo)

Preparazione:

  1. Sbucciare e grattugiare finemente le patate.
  2. In una ciotola capiente, unire le patate grattugiate al tuorlo d’uovo, la farina, il sale e la noce moscata (se utilizzata).
  3. Impastare il tutto con le mani fino a ottenere un composto omogeneo e compatto. Se l’impasto risulta troppo morbido, aggiungere un cucchiaio di farina alla volta fino a raggiungere la consistenza desiderata.
  4. Portare a ebollizione una pentola capiente di acqua salata.
  5. Con l’aiuto di un cucchiaio, formare degli gnocchi di piccole dimensioni e tuffarli delicatamente nell’acqua bollente.
  6. Cuocere gli gnocchi per 5-7 minuti, o fino a quando non salgono a galla.
  7. Nel frattempo, in una padella antiaderente, scaldare il burro a fuoco medio-basso.
  8. Aggiungere la pancetta affumicata tagliata a cubetti e cuocere fino a renderla croccante.
  9. Scolare gli gnocchi con una schiumarola e trasferirli nella padella con la pancetta.
  10. Saltare gli gnocchi in padella per un paio di minuti per insaporirli.
  11. Impiattare gli gnocchi e spolverare con il Trentingrana grattugiato e la ricotta affumicata grattugiata.
  12. Servire immediatamente e gustare.

Consigli:

  • Per ottenere un impasto più morbido, utilizzare patate a pasta gialla.
  • Per un gusto più intenso, utilizzare pancetta stagionata.
  • Per una variante vegetariana, sostituire la pancetta con tofu affumicato o tempeh.
  • Gli gnocchi di patate crude possono essere conservati in frigorifero per 1-2. Per cucinarli, basterà tuffarli in acqua bollente salata e cuocerli per 2-3 minuti.

Varianti:

  • Gnocchi di patate crude con pomodorini: aggiungere alla padella con la pancetta anche dei pomodorini freschi tagliati a metà e cuocere per un paio di minuti.
  • Gnocchi di patate crude con funghi porcini: aggiungere alla padella con la pancetta anche dei funghi porcini trifolati e cuocere per un paio di minuti.
  • Gnocchi di patate crude con salsiccia: sbriciolare la salsiccia e cuocerla in padella fino a renderla croccante. Aggiungere gli gnocchi e saltare per insaporire.

Presentazione:
Impiattare gli gnocchi con cura, creando una montagnola e decorando con la pancetta tostata, il Trentingrana grattugiato e la ricotta affumicata grattugiata. A piacere, aggiungere un rametto di rosmarino fresco.

Abbinamento:
Gli gnocchi di patate crude si abbinano idealmente a vini bianchi freschi e aromatici come Pinot Grigio o Sauvignon Blanc. Per chi preferisce il rosso, un Pinot Nero leggero può essere un’opzione interessante.

Video Ricetta dalla Val di Non

Related Articles

Ultimi Articoli