localconsulting.it
sabato, Maggio 25, 2024
localconsulting.it
HomeVino e BevandeGose: alla scoperta delle Birre al Sale

Gose: alla scoperta delle Birre al Sale

Le birre Gose, una tipologia storica tedesca ora identificata come la birra di Lipsia (Leipziger Gose), traggono il loro nome dal fiume Gose che attraversa la città di Goslar in Bassa Sassonia, nota per le sue antiche cave di sale.

Parlando di Gose, ci immergiamo in un mondo di birra di frumento ad alta fermentazione, dal colore giallo dorato e una leggera torbidità conferita dai lieviti. In bocca, si presenta molto carbonata, secca e leggermente acida, con un tocco impercettibile di amaro dal luppolo e la sapidità del sale che bilancia dolcemente i malti. Ai sensi, emergono suggestioni speziate di coriandolo e freschezza agrumata.

Il contenuto alcolico si attesta tra il 4% e il 5% Vol, rendendo le Gose birre ideali per placare la sete senza un’elevata gradazione alcolica. Nonostante la loro natura antica, le Gose moderne sono rivestite di uno spirito contemporaneo.

Storia della Gose
La Gose ha origini nel XIII secolo a Goslar, città da cui deriva il suo nome. La sua popolarità si diffuse a Lipsia, dove i birrifici locali adottarono lo stile. Alla fine del 1800, era considerato una tradizione locale a Lipsia, con numerose Gosenschänken (taverne Gose) presenti in città.
Inizialmente, la Gose era fermentata spontaneamente, ma intorno al 1880, i birrai iniziarono a utilizzare una combinazione di lievito ad alta fermentazione e batteri lattici per ottenere lo stesso effetto. La birra veniva consegnata ancora in fermentazione e imbottigliata quando il processo si concludeva.
Dopo una breve scomparsa durante la seconda guerra mondiale, la produzione di Gose riprese nel 1986 a Lipsia grazie al birraio Lothar Goldhahn, portando a una rinascita di questo stile. Oggi, la Gose è popolare non solo in Germania, ma anche negli Stati Uniti e in Nuova Zelanda, dimostrando la sua intramontabile attrattiva.

La Gose è una birra fermentata a caldo originaria di Goslar, in Germania, solitamente composta da almeno il 50% di grano maltato. I sapori predominanti includono l’acidità del limone, una nota erbacea e una leggera o moderata salinità, risultato dell’uso di acqua locale o aggiunta di sale. A differenza di molte birre, le Gose non presentano amarezza prominente, aroma o sapore di luppolo. La gradazione alcolica si aggira solitamente tra il 4% e il 5%.

La particolarità del Gose risiede nell’utilizzo di coriandolo e sale, elementi che vanno a conferire uno stile unico. Nonostante non rispetti le tradizionali norme sugli ingredienti tedeschi, viene considerato una specialità regionale, esente da tali restrizioni. La sua distintiva acidità è ottenuta tramite l’inoculazione di batteri Lactobacillus.

Consigliamo da provare le Gose tedesche dei birrifici Bayerischer Bahnof e Ritterguts, oltre alle italiane Margose di Birranova e Gosexy del birrificio Batzen.

Related Articles

Ultimi Articoli