localconsulting.it
mercoledì, Maggio 22, 2024
localconsulting.it
HomeNotizieVelier Live 2024: un successo strepitoso per i vini Triple "A" a...

Velier Live 2024: un successo strepitoso per i vini Triple “A” a Milano

Un’edizione da record per il Velier Live, il grande evento dedicato al mondo dei distillati e dei vini Triple “A”, tenutosi a Milano il weekend del 18 e 19 febbraio. Sei mila partecipanti, 490 experience in diciotto ore, oltre 200 marche di distillati e liquori: questi i numeri che hanno reso questa manifestazione un vero e proprio punto di riferimento nel panorama mondiale.

Protagoniste del Velier Live 2024 le Triple “A”, ovvero Agricoltori, Artigiani e Artisti del vino, che hanno riunito sotto lo stesso padiglione 76 vignaioli provenienti da tutta Europa. Un’occasione per appassionati e operatori del settore di conoscere da vicino i protagonisti di un mondo fatto di passione, dedizione e ricerca della massima qualità.

Quarantuno le cantine italiane presenti, a cui si sono affiancate trentacinque delegazioni estere, con una folta rappresentanza dalla Francia, ma anche da Slovenia, Croazia, Georgia, Spagna, Portogallo, Svizzera, Germania, Austria, Grecia e Repubblica Ceca.
Per due giorni, i vignaioli hanno avuto modo di raccontarsi al pubblico, presentando i loro vini e le loro storie, creando un contatto diretto con gli appassionati. Un’esperienza immersiva che ha permesso di conoscere le diverse sfumature del mondo del vino Triple “A”, fatto di terroir unici, vitigni autoctoni e lavorazioni artigianali.

Oltre alle degustazioni, il Velier Live 2024 ha offerto anche un ricco programma di masterclass, seminari e workshop, con la partecipazione di esperti e opinion leader del settore.
Il grande successo di questa edizione conferma il ruolo di Velier come punto di riferimento nel panorama mondiale dei distillati e dei vini. Un impegno costante nella ricerca e nella valorizzazione di prodotti autentici e di alta qualità, che si traduce in eventi unici come il Velier Live, capaci di coinvolgere e appassionare un pubblico sempre più ampio.

Triple A Velier Live 2024

La storia delle Triple  “A”
Le Triple “A” sono una storica distribuzione di vini fondata nel 2003 da Luca Gargano, presidente della Velier, grazie a un’intuizione visionaria sul futuro dell’enologia che lo ha portato ad ideare la prima distribuzione di vini naturali in Italia. All’interno degli Agricoltori Artigiani Artisti si possono contare oltre un centinaio di cantine provenienti dai migliori terroir di tutto il mondo, i produttori selezionati per questo prestigioso listino lavorano e sono affini all’ideologia del Manifesto delle Triple “A” che vede un approccio non interventista in vigna e in cantina, nessun pesticida ed erbicida in campo e bassissime solforose. All’interno del listino figurano tra le più importanti cantine del panorama vitivinicolo con nomi come Emidio Pepe, Château Musar, Radikon, Arianna Occhipinti, Foradori, Maison Pierre Overnoy.

Le Triple “A” all’interno del Velier Live 
Dopo il successo del Triple “A” Live dello scorso anno nel Palazzo Albergati di Bologna, in occasione del ventennale del movimento, oltre metà dei produttori presenti a listino si sono resi disponibili a partecipare per questo nuovo evento ideato da Velier. Il Velier Live 2024 è stata infatti la definitiva consacrazione della seconda generazione dei vignaioli Triple “A” e del rapporto ventennale con le cantine: agli stand a versare e raccontare i prodotti c’erano quindi anche i figli dei vignaioli che hanno aderito al movimento. Ma oltre ai produttori di lunga data tra gli stand erano presenti anche le ultimissime novità del listino 2024: hanno infatti preso parte al progetto i produttori Marco Tinessa, Perseveranza, Ser’Enzo, Keltis e Vinas Mora.

La Dispensa Triple “A”
Oltre ai vignaioli hanno partecipato all’evento anche gli artigiani del cibo: all’interno dello spazio Trattoria erano presenti anche alcuni produttori della Dispensa Triple “A”, una selezione di prodotti alimentari ricercati e selezionati con attenzione scrupolosa. Tra questi maestri del savoir-faire c’erano Giovanni Fabbri che ha fornito la pasta servita in Trattoria, Claudio Corallo con il suo prestigioso cioccolato proveniente da São Tomé e Principe e i pomodori ancestrali dell’Orto Vulcanico La Lupa, progetto dell’ex-regista Jonathan Nossiter. Insieme ai produttori della Dispensa ha partecipato anche Davide Longoni, con uno stand dedicato e diversi panificati a completare i food pairing all’interno delle experience. 

Related Articles

Ultimi Articoli