localconsulting.it
mercoledì, Maggio 22, 2024
localconsulting.it
HomeNotizieTerra Madre Salone del Gusto 2024: Un Viaggio verso la Sostenibilità e...

Terra Madre Salone del Gusto 2024: Un Viaggio verso la Sostenibilità e la Pace con la Natura. La nuova edizione a Torino, dal 26 al 30 settembre 2024

E’ stata presentata ufficialmente la 15ª edizione di Terra Madre Salone del Gusto, l’evento internazionale organizzato da Slow Food in collaborazione con la Città di Torino e la Regione Piemonte. La conferenza stampa, ha offerto uno sguardo approfondito sul tema guida dell’edizione 2024: “Fare Pace con la Natura è la Nostra Dichiarazione d’Amore per il Futuro“. La nuova edizione si terrà, a Torino, Parco Dora, dal 26 al 30 settembre 2024.

La presidente di Slow Food Italia, Barbara Nappini, ha aperto l’incontro enfatizzando l’importanza di ristabilire un legame armonico tra gli esseri umani e la natura, iniziando con il cibo come punto di convergenza. Nappini ha sottolineato che l’obiettivo non è solo salvare la natura, ma preservare la nostra stessa esistenza sul pianeta, integrando in modo armonico l’attività umana con gli ecosistemi naturali.

Il percorso verso Terra Madre Salone del Gusto 2024 è stato ufficialmente inaugurato con “The Road to Terra Madre“, un programma di 10 mesi di eventi ideato per coinvolgere istituzioni, soggetti culturali pubblici e privati, e partner che desiderano diffondere il messaggio di sostenibilità e pace con la natura. Questo approccio, basato sulla collaborazione e la partecipazione attiva, evidenzia la necessità di coinvolgere il pubblico nella riflessione e nell’azione.

Barbara Nappini ha ribadito: “Viviamo in un mondo in cui l’iniquità del sistema alimentare collega molte delle crisi che stiamo vivendo. La nostra cultura di pace deve estendersi al contesto internazionale, diventando una necessità e un’urgenza quotidiana”.

L’Assessore all’Agricoltura e Cibo della Regione Piemonte, Marco Protopapa, ha condiviso il sostegno alle politiche alimentari che mettono al centro gli agricoltori come custodi del territorio. Ha affermato: “Il tema scelto da Slow Food per l’edizione 2024 di Terra Madre Salone del Gusto rappresenta un’opportunità di sensibilizzazione sulla relazione tra uomo e natura”.

Domenico Carretta, Assessore al Turismo e Grandi Eventi della Città di Torino, ha esaltato la 15ª edizione come una celebrazione della cultura alimentare e della sostenibilità ambientale. Ha dichiarato: “Torino è un esempio virtuoso di convivenza tra ambiente urbano, parchi e aree verdi. Terra Madre Salone del Gusto diventa l’occasione per mostrare la capacità organizzativa e la qualità degli eventi della nostra città”.

La conferenza ha visto anche la partecipazione di rappresentanti scolastici, evidenziando l’impegno di Slow Food nella formazione e sensibilizzazione delle nuove generazioni sulla sostenibilità alimentare.

The Road to Terra Madre: la chiamata all’azione inizia subito

The Road to Terra Madre è anche un’occasione per celebrare i vent’anni dalla prima edizione di Terra Madre: un lungo viaggio che parte da Torino proprio in questi giorni con i primi appuntamenti in programma e si diffonde in tutto il mondo con una serie di iniziative che propongono modelli concreti per cambiare il sistema agroalimentare. La rete Slow Food, istituzioni pubbliche, enti culturali e soggetti privati: tutti avranno la possibilità di contribuire al programma ufficiale, candidando la propria proposta di evento a partire da febbraio sul sito www.terramadresalonedelgusto.com.

Si comincia dalle scuole il 12 dicembre con l’incontro Dalla parte della Natura in cui l’autore dell’omonimo libro del 2022 per Slow Food Editore, il docente dell’Università di Palermo Francesco Sottile, membro del board internazionale di Slow Food, tiene una conferenza per le studentesse e gli studenti di due scuole torinesi: al mattino l’Istituto Professionale Statale G. Colombatto e al pomeriggio il Liceo Linguistico e Classico Gioberti. In programma già nei prossimi giorni l’appuntamento della serie di In cucina con Slow Food da Eataly Lingotto Torino per scoprire la Cucina vegetale per le feste (martedì 5 dicembre) con Matteo Cambuli, cuoco dell’Alleanza Slow Food. Mentre la rete internazionale dei Mercati della Terra di Slow Food avvia gli appuntamenti di The Road to Terra Madre domenica 17 dicembre, coinvolgendo circa 15 produttori che lavorano in accordo con i princìpi di Slow Food e artigiani del cibo, nel Mercato della Terra antistante Eataly Lingotto.

In primavera sono diversi gli appuntamenti organizzati da Slow Food già in programma in Italia: ad Assisi, negli spazi antistanti la Basilica inferiore di San Francesco, il 20 aprile si terrà la presentazione della Guida agli Extravergini mentre a Brescia il 24 e 25 maggio sarà la volta della presentazione della Guida alle Birre, entrambe per Slow Food Editore. A Roma a fine maggio si terrà la seconda edizione di Anteprima Terra Madre che, oltre ai laboratori per i più piccoli, al mercato e alle conferenze, ospiterà l’incontro di 300 giovani della rete Slow Food e di altre organizzazioni della società civile che arriveranno da tutta Italia per confrontarsi sui temi proposti da Terra Madre. Tra le iniziative su cui accenderemo i riflettori a Torino, nei giorni di Parco Dora, ci sarà anche il nuovo progetto degli Orti Slow Food di Comunità avviato grazie al supporto di UniCredit e l’evoluzione della Slow Food Coffee Coalition insieme a Lavazza Group.

La macchina organizzativa dei cinque giorni di Torino è già partita, in vista di tutto quel che fa grande Terra Madre Salone del Gusto: dal Mercato italiano e internazionale, con centinaia di bancarelle della migliore produzione agroalimentare di qualità e dei Presìdi Slow Food (possono aderire fin d’ora tutte le aziende che rispettano le linee guida della manifestazione, mentre è già stato avviato il dialogo con le istituzioni a tutti i livelli – Ministeri, Regioni ed Enti locali – che contribuiranno a portare a Torino le aziende del loro territorio), alle Conferenze che tratteranno i temi al centro delle politiche del cibo, dai Laboratori del Gusto alla Cucina dell’Alleanza dove produttori e cuochi saranno protagonisti. 

L’edizione 2022 in numeri
Nel 2022 si è parlato anche di rigenerazione dei luoghi, a partire da Parco Dora, che per la prima volta ha ospitato Terra Madre. Negli spazi dell’ex area industriale di Torino, 350 mila visitatori hanno incontrato 3 mila delegati arrivati da 117 Paesi e 650 espositori nel mercato italiano e internazionale, e hanno partecipato per cinque giorni a un calendario di oltre 650 eventi, animati da uno spirito di festa, oltre che dal desiderio di cambiare il sistema alimentare.

Related Articles

Ultimi Articoli